spazio

Vide la terra allontanarsi a forte velocità.
Dopo qualche secondo persino le macchie delle boscaglie erano dei puntini spersi nel marrone uniforme della pianura.
La poltrona vibrava leggermente, collegata com’era a potentissimi motori a razzo, e l’accelerazione gli schiacciava l’epidermide della schiena.
Alle soglie della stratosfera vide in un secondo il cielo farsi nero.
Era molto contento. Sarebbe andato tutto liscio.

24 ore dopo la barba ispida grattava contro il bordo della tuta ogni volta che si girava a controllare la pressione interna del modulo.
Stava scendendo e così l’ossigeno.

cielo-rosso.jpg

Dal centro comunicarono di passare al respiratore automatico.

D’improvviso ebbe la certezza della solitudine, come un’enorme globo duro che si espandeva velocemente e lo investiva obbligandolo a prendere aria con forza, quasi stesse annegando, e a trattenere un’improvvisa commozione.
Gli fece male il cuore.
Ora sentiva la presenza del nulla, del niente, del freddo, del buio, dello zero assoluto pochi centimetri fuori dalla portata del suo braccio teso, oltre lo spessore di pochi millimetri di alluminio.

Egli era solo.
Un ammasso di cellule sparate nello spazio per la gloria del suo paese.
Un insieme di senso, nozioni, capacità di elaborazione.
E poi di sentimenti.
Amore, per se, per lei, per i suoi, tanto tantissimo amore come non sentiva da molti anni ormai.

Mentre piangeva entrò in coma.

Incosciente, cominciò a rantolare via radio e questo strano suono fu captato da un radioamatore che smanettava con le alte frequenze. Dapprima gli sembrò un disturbo atmosferico, ma il suo ritmo gli drizzò I capelli sulla nuca: stava succedendo qualcosa. Provò a chiamare più volte, ma niente, si sentiva solo quel suono basso e rauco, dal ritmo impreciso.
Qualcuno, solo, stava morendo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: