E’ più vivo di quel che sembra.

images

Quello che vedete qui sopra è un minerale.

Come dice Wikipedia, i minerali sono “cose” che si sono create nel corso di milioni di anni per effetto delle condizioni geologiche e fisico-chimiche.
E invece, a quanto pare, non è vero. C’entra anche la vita, animale e vegetale.
Alcuni geologi canadesi hanno pubblicato un articolo (Mineral Evolution di Robert M. Hazen) su American Mineralogist secondo il quale i due terzi dei tipi diversi di minerali esistenti sulla terra esistono in quanto conseguenza diretta e indiretta della vita sulla terra. Senza quest’ultima non si sarebbero mai sviluppati (?), creati (?), evoluti (?), insomma che parola dobbiamo usare?
Oggi, dicono i nostri scienziati (anche su Repubblica), su 4300 specie diverse di minerali, solo 60 provenivano dall’originale polvere interstellare e altri 1700 si sono sviluppati in conseguenza della formazione della Terra. Gli altri sono “nati” in conseguenza dello sviluppo della vita sul pianeta.
Si dirà: che c’è di tanto strano?
Il fatto in sè non comporta nessun riflesso nella nostra vita di sonnambuli alla ricerca del denaro.
Ma se ci riflettiamo, è una vera e propria rivoluzione.
Pensate ad una bella casa di campagna, costruita con una tipica roccia locale. Quella pietra è il frutto di depositi di ossa e conchiglie per milioni di anni. Si abita tra le ossa di bismiliardi di esseri viventi milioni di anni fa, nel mare. E che dire poi del quarzo che sta nell’orologio: esso è prodotto dalla vita, non dall’Universo come pensavamo prima. E’ l’effetto di milioni di anni di vita di organismi mono e pluricellulari che ha dato “vita” al quarzo. L’ora sull’orologio è un’eredità, non una cosa fatta dall’universo o da Dio.
E il fatto stesso che noi viviamo, in questo momento, sta facendo evolvere bismiliardi di tonnellate di rocce tutt’attorno al pianeta. Anche se solo respiriamo.
Quel che voglio dire è che noi pensiamo di dominare la natura con la scienza e la tecnica, di fare del mondo, quello che ci ha dato Iddio o il caso (come preferite) quel che vogliamo, mentre invece esso evolve insieme a noi. Mentre noi viviamo lui cambia, e fa cambiare anche noi.
Insomma siamo collegati, interconnessi con una relazione di azione e risposta a due sensi, non a senso unico, come ci piace credere nel nostro sonnambulismo danaroso.

Attenti a quello che mangiate quindi, è più vivo di quel che sembra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: