Tra noi, le idee.

Sempre a proposito del “Il pianeta del Futuro” di Pearce, e come accennavo in precedente articolo, il germe del cambiamento nell’evoluzione attuale della spinta demografica è contenuto nella novella decisione delle donne di prendere a proprio carico, e sempre più autonomamente, la decisione sulla procreazione. Questo nuovo atteggiamento culturale sembra estendersi molto al di là del decadente impero occidentale, ed esplodere in asia e in africa. L’effetto demografico nei prossimi anni può essere notevole. Pearce cita Caldwell dicendo che il “modello patriarcale dell’area mediterranea è di gran lunga il più comune sulla terra”, ma è chiaro che una tale rivoluzione impatta sull’identità culturale basica della famiglia, che Morin considera un frattale del leviatano sociale. Che modello culturale di riferimento sceglieranno i nostri figli? Se Pearce desidera che così come le donne sono diventate più uomini, così gli uomini dovranno diventare più donne (ma ai meri fini di un equilibrio demografico), per Morin questa semplice frase nasconde un terremoto identitario il cui esito è misterioso, potendo condurre molto lontano, in senso negativo o positivo. Leggi il resto dell’articolo

Annunci